È difficile raccontare in un breve articolo tutte le emozioni, i sentimenti e i bei momenti condivisi che si sono succeduti nelle giornate in cui la nostra comunità scolastica ha accolto gli amici spagnoli di Almansa.

È difficile spiegare l’armonia e i legami di forte amicizia che si sono creati tra i docenti, i ragazzi gemellati e gli alunni delle classi terze coinvolti nelle diverse attività. Proviamo a scorrere tra le tante immagini scattate in questi giorni, immagini che raccontano di esperienze formative uniche, di fusione di culture, di conoscenza dell’altro in un’ottica di cittadinanza europea che supera il pregiudizio.

Anche le famiglie hanno vissuto appieno questa esperienza, accogliendo i ragazzi spagnoli come figli, facendoli sentire a casa loro, contribuendo così, in modo determinante, alla buona riuscita del gemellaggio. Sottolineiamo alcuni momenti particolarmente significativi che hanno visto protagonisti i nostri alunni: il primo, in ordine cronologico, la partecipazione alla partita del Frosinone Calcio la sera del 3 aprile scorso, grazie alla sensibilità e alla generosità della dirigenza del Frosinone Calcio.

Ha fatto seguito poi la visita presso il Municipio di Frosinone, che ha patrocinato lo scambio culturale, e i luoghi di maggior interesse storico della città.

Particolarmente interessante è stata la visita presso lo stabilimento Klopman di Frosinone, grazie alla disponibilità dell’ing. Manlio Ferragni, che ha permesso ai ragazzi di osservare da vicino il mondo del lavoro e di entrare in contatto con un’azienda che rappresenta un’ eccellenza del nostro territorio.

Il viaggio a Roma, con le bellezze artistiche e l’atmosfera magica della città eterna, ha contribuito a rendere il soggiorno dei nostri amici spagnoli un’esperienza imperdibile dal sapore europeo.

Fra le immagini che rimarranno nella nostra memoria, l’allegria della festa svoltasi presso il ristorante l’Antica Roma e animata dal maestro Alain Sosa, che ha visto i ragazzi spagnoli esibirsi nella “Sevillana”, ballo tradizionale andaluso.

Durante la loro permanenza, gli alunni spagnoli hanno presentato il loro lavori in Inglese sulla città di Almansa, hanno partecipato alle lezioni in classe e, l’ultimo giorno, insieme ai ragazzi italiani, coordinati dalla prof.ssa Annarita Cataldi, si sono esibiti in un breve concerto di congedo con i flauti accompagnati dalla tastiera e dalla chitarra del prof. Antonio De Lucia. I ragazzi italiani hanno voluto concludere questo momento di forte commozione con una apprezzata coreografia di hip hop.

È stato un momento particolare prima del ritorno in Spagna, lacrime ed abbracci inconsolabili, non volevamo lasciarli andar via…ognuno consapevole di aver vissuto un’esperienza forte e coinvolgente e di aver percorso insieme un tratto di strada, breve ma indimenticabile.

Un ringraziamento a tutti i genitori che hanno accolto l’iniziativa con entusiasmo e generosità, rendendo così il progetto un autentico successo, unitamente ad un saluto particolare ai genitori Alessandra Tolassi e Francesco Gatta per la loro generosa disponibilità .

                                                                                                                                Eleanna Barberi – Noemi Ranalli


Pubblicata il 24 aprile 2017

Condividi